Passa ai contenuti principali

Intervista all' esperto di giardini e terrazzi 🌵🥀🌿




Ciao Marcello, innanzitutto parlaci di te e di cosa ti occupi?
Ciao Regina, io sono Dottore in scienze naturali, un garden designer, da oltre 10 anni mi occupo della realizzazione, manutenzione e gestione di giardini, terrazzi e spazi verdi. Attualmente lavoro come tecnico responsabile degli aspetti progettuali e logistica di una azienda storica leader nel campo.
Marcello, negli ultimi decenni, la richiesta di immobili con spazi esterni è cresciuta. Hanno tutti il pollice verde?
L'attenzione per il giardino, il verde e in generale la natura è molto accresciuta in questi anni. Non tutti hanno più i grandi giardini, e molto spesso piccoli spazi di un terrazzo o di un piccolo giardino possono essere facilmente impreziositi e abbelliti. Il piacere di godere di uno spazio verde ha raggiunto negli anni un'importanza come l'architettura di un ambiente interno di una casa. Spesso si richiede la stessa bellezza e perfezione costruttiva e realizzativa, dimenticando che il giardino a differenza delle stanze di case non è fatto di mobiletti ma di piante viventi, quindi soggetto sempre a trasformazione e solo con la sua manutenzione si potranno godere buoni risultati. 
Come si può ottenere un bel giardino?
Sui gusti non si può discutere, ma per ottenere un bel giardino sicuramente la varietà, data dalla forme e dai colori dei fiori, dal fogliame stesso o dei frutti è l'elemento principale. Bisogna anche pensare alla scelta di piante che non siano belle solo nella stagione primaverile ed estiva ma che anche qualcuna di essa possa garantire nella stagione autunno invernale qualcosa di bello da poter vedere affacciandosi dalla finestra.
Dei terrazzi cosa mi dici?
Per i terrazzi oltre alle piante un altro elemento decorativo è la scelta dei vasi, ci sono oggi vasi di varie forme e di vari colori che possono rallegrare e arredare lo spazio con personalità.
Un'ultima domanda Marcello, quali sono le novità e le nuove tendenze?
Negli ultimi dieci anni, sicuramente una delle tendenze particolari sono le costruzioni di  pareti verdi verticali, di grande fascino ma che richiedono il lavoro degli esperti del settore sia per la costruzione che la sua manutenzione.
Un'altra tendenza molto di moda è l'orto, sia in terrazzo e sia ricavato in giardino, in passato questi due ambienti erano separati, oggi si intendono sempre più ad integrare, mettendo piante da orto in aiuole o vicino ad aiuole al posto di piante ornamentali, creando armonia, curiosità e soddisfazione nell' utilizzare le proprie materie prime.
Grazie Marcello e buon lavoro.

Commenti

Post popolari in questo blog

In treno...

Sto guardando fuori da un finestrino del frecciarossa direzione  milano centrale, è  una mattina di luglio, l'aria condizionata non mi fa sentire il  calore del sole  che si avverte solitamente vicino alla vetrata. Non sono a mio agio, la fobia per i mezzi di trasporto mi tiene sempre in allerta, l'ansia pervade il mio corpo dalla punta dei piedi al capo, chiudo gli occhi con l'invana speranza che tutti passi in fretta, ma niente, li riapro, davanti a me c'e’ mio figlio, adolescente a cui  ho già rivolto decine di richiami per fargli indossare la mascherina, mi risponde che il cervello rifiuta l'idea. Punto e basta. Penso che l’adolescenza sia un periodo di nebbia in tutti i sensi. Cerco di ricordarmi io alla sua età, ma  meglio di no. Il motivo del viaggio per rientrare a casa dalle vacanze è  proprio lui  o meglio una festa di compleanno a cui non può,  a suo dire, mancare. Quattro giorni a casa e poi si ritorna per trascorrere gli ultimi giorni di m

Caramelle

Sulla mia scrivania vi è un porta caramelle ed è pura tentazione per me e per i miei clienti, la scelta delle caramelle non è mia, io le mangio solamente, perché si sa che in famiglia è bene dividersi i compiti. Piacciono a tutti, dai piccini ai grandi, i primi vanno a manciate, i secondi con educazione prima una e poi un'altra. Qualche anno fa un mio cliente originario di Gaeta (una cittadina marittima del lazio) che si era  trasferito anni prima a Milano per lavoro, era in cerca a Vigevano di un monolocale e di un bilocale per la sua compagna, non erano più dei gionvincelli e volevano sistemarsi. Come mai due case e non una, vi domanderete? Glielo chiesi pure io! Me lo spiegò così,  prese delle caramelle dal vassoio e mi disse che esistono due categorie di caramelle, quelle che piacciono e quelle che ci rispecchiano. La sua Signora era una sperlari Rossana ( quelle con la carta rossa, dura fuori e morbida dentro), e convivere con una sperlari per uno che si considera una mentucc

BOOM !

BOOM! Non feci in tempo e la porta sbattè violentemente dietro di noi, per un attimo pensai che mi cadesse il soffitto addosso, ringraziai il santo del giorno e mi guardai attorno. La proprietaria, una gentile signora in pensione, sorridendo mi fece strada tra gli scatoloni abbondonati chissà da quanto tempo. La polvere ricopriva ogni cosa, come spesso accade l'immobile era di famiglia, passato in successione ai figli e poi lasciato lì, fino a che la vendita diventi l'unica soluzione e che metta pace in famiglia. Vent'anni di porte chiuse, muri con l'impronta di quadri, imposte cotte dal sole e poi il freddo, quel freddo di tanti inverni senza calore.   Una bacchetta magica sarebbe stata la soluzione ma ahimè per quella ci sto ancora lavorando e allora un bel pennello con una latta di bianco era la primo passo, scatoloni, suppellettili e oggettistica in cantina, poi ordine e tanta pulizia. Voilà c'est parfait! Primo cliente, una coppia con adolescente al seguito ( n