Passa ai contenuti principali

Intervista all' esperto di giardini e terrazzi 🌵🥀🌿




Ciao Marcello, innanzitutto parlaci di te e di cosa ti occupi?
Ciao Regina, io sono Dottore in scienze naturali, un garden designer, da oltre 10 anni mi occupo della realizzazione, manutenzione e gestione di giardini, terrazzi e spazi verdi. Attualmente lavoro come tecnico responsabile degli aspetti progettuali e logistica di una azienda storica leader nel campo.
Marcello, negli ultimi decenni, la richiesta di immobili con spazi esterni è cresciuta. Hanno tutti il pollice verde?
L'attenzione per il giardino, il verde e in generale la natura è molto accresciuta in questi anni. Non tutti hanno più i grandi giardini, e molto spesso piccoli spazi di un terrazzo o di un piccolo giardino possono essere facilmente impreziositi e abbelliti. Il piacere di godere di uno spazio verde ha raggiunto negli anni un'importanza come l'architettura di un ambiente interno di una casa. Spesso si richiede la stessa bellezza e perfezione costruttiva e realizzativa, dimenticando che il giardino a differenza delle stanze di case non è fatto di mobiletti ma di piante viventi, quindi soggetto sempre a trasformazione e solo con la sua manutenzione si potranno godere buoni risultati. 
Come si può ottenere un bel giardino?
Sui gusti non si può discutere, ma per ottenere un bel giardino sicuramente la varietà, data dalla forme e dai colori dei fiori, dal fogliame stesso o dei frutti è l'elemento principale. Bisogna anche pensare alla scelta di piante che non siano belle solo nella stagione primaverile ed estiva ma che anche qualcuna di essa possa garantire nella stagione autunno invernale qualcosa di bello da poter vedere affacciandosi dalla finestra.
Dei terrazzi cosa mi dici?
Per i terrazzi oltre alle piante un altro elemento decorativo è la scelta dei vasi, ci sono oggi vasi di varie forme e di vari colori che possono rallegrare e arredare lo spazio con personalità.
Un'ultima domanda Marcello, quali sono le novità e le nuove tendenze?
Negli ultimi dieci anni, sicuramente una delle tendenze particolari sono le costruzioni di  pareti verdi verticali, di grande fascino ma che richiedono il lavoro degli esperti del settore sia per la costruzione che la sua manutenzione.
Un'altra tendenza molto di moda è l'orto, sia in terrazzo e sia ricavato in giardino, in passato questi due ambienti erano separati, oggi si intendono sempre più ad integrare, mettendo piante da orto in aiuole o vicino ad aiuole al posto di piante ornamentali, creando armonia, curiosità e soddisfazione nell' utilizzare le proprie materie prime.
Grazie Marcello e buon lavoro.

Commenti

Post popolari in questo blog

Pausa caffè - parte seconda-

-Parte seconda - Dal bar alla soglia della mia agenzia già si era creata una buona sintonia. Ora era giunto il momento di capire se le mie proposte lo avrebbero colpito o meno.  Vigevano, città ducale, piace per la sua bella piazza, il suo fascino spesso colpisce e con Milano è collegata  dalla ferrovia. Di pendolari ne abbiamo a iosa. Il Sig. Alberto era uno di quelli, era in cerca di un bilocale in centro con terrazzino. E' amante di Bonsai, aveva ripiani e ripiani di queste belle piante. Mi parlava di loro e  di come siano impegnative, io ho il pollice nero, le faccio sempre marcire, troppa acqua mi dicono... Essere un po' poliglotta, saper sostenere ogni tipo di conversazione è importante nel mio lavoro, ma di bonsai non sapevo proprio nulla. Ne comprai uno tanti anni fa e non fece una bella fine, evitai di dirglielo. Gli proposi un appartamento con un bel terrazzino, traboccante di fiori ed edera, la proprietaria, la Sig.ra Elda, ne era molto orgogliosa. Bene! La conversaz

Scacco alla Regina

Si ritiene che la Regina, nel gioco degli scacchi, sia il pezzo più importante, può muoversi sulla scacchiera come vuole, ma a volte per vincere la partita bisogna sacrificarla. Io non l'ho ancora fatto, sono una principiante, ma imparo in fretta, anche dagli errori. Di " scacco alla Regina " ne ho avuti in passato, uno anche di recente ma la partita è ancora aperta e spero tanto di poterla vincere, ma anche questa è un'altra storia, la mia per la verità, però giro pagina e vi racconterò una delle mie storielle da agente immobiliare. Qualche tempo fa chiusi una vendita di una casa, una villetta a schiera, un po' trascurata e da qualche tempo priva dei suoi abitanti, ideale per una nuova famiglia, ci volle del tempo prima che trovassi i clienti giusti e pensai di averli trovati. La proprietaria era una donna di una certa età, l'avevo contattata per propormi,  lei abitava fuori città, si presentò con un duetto azzurro accompagnata dal compagno, un signore edu

Pausa caffè

Era il 2016,  mese di ottobre, avevo in agenda un appuntamento con un cliente particolare, ci avevo parlato  telefonicamente un po' di  volte. Non so voi, ma io da una voce mi immagino la sua figura  e spesso ci azzecco. Avevo fissato per lui un paio di visite, il nostro incontro, però, avvenne in una delle mie pause caffè e non in agenzia.  Sono un po' metodica, alla solita ora, al di là della strada, quel giorno, come sempre, mi aspettava il mio caffè macchiato con lettura fugace della Gazzetta.  Ordinai il mio caffè, buttai l'occhio sui tavolini, poi sui giornali, cercai la Gazzetta... l'aveva un avventore del bar, un signore sulla cinquantina di bella presenza. Mi sedetti al tavolino vicino con la speranza che mollasse la presa prima della fine della mia pausa di metà mattina, forse la mia insistenza nel fissare le pagine rosa del giornale portò il signor ad alzare lo sguardo, io non abbassai il mio, mi chiese se volessi leggerlo, era sorpreso che una donna leggesse